Domanda:
Qual è il problema con l'asse delle mie ruote? (oppure, perché una marcia è molto più piccola dell'altra?)
QueueHammer
2011-04-09 23:39:55 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Vorrei inserire una marcia più piccola sulla mia bici, ma guardando la ruota vedo che ho già la marcia più piccola per il mio asse. Confrontandola con un'altra ruota, ho scoperto che l'altra ruota ha un asse molto più piccolo.

Asse più spesso, ingranaggio a 14 denti:

http://chrismsmith.net/ IMG_2231.JPG

Asse più sottile, ingranaggio a 11 denti:

http://chrismsmith.net/IMG_2230.JPG

Voglio conoscere i nomi di questi due diversi tipi di assali o come vengono descritti e perché uno dovrebbe essere scelto rispetto all'altro.

Quanti ingranaggi (ingranaggi) ci sono su ciascuno? Riesci a identificare le immagini in modo da sapere qual è quale?
È una domanda sul tipo ** mozzo **, rispetto al tipo ** asse **? Non sembra essere chiaro.
Penso che l'operazione possa essere confusa su quali siano i nomi di queste parti combinate.
Ho aggiunto [una voce per "hub"] (http://bicycles.stackexchange.com/questions/244/terminology-index/3404#3404) nell'indice terminologico che si spera possa aiutare. Ha bisogno di alcune foto, però ...
Due risposte:
#1
+5
darkcanuck
2011-04-10 07:04:55 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ok, ho cercato su Google quella stravagante MegaRange 14-34 (prima immagine) e sembra essere una ruota libera filettata a 7 velocità. Il secondo esempio è un po 'più difficile da capire, ma sembra essere un design moderno di cassetta + ruota libera, non sono sicuro di quanti pignoni. I due design sono incompatibili e utilizzano stili di mozzo diversi.

Il design della ruota libera include sia le ruote dentate che la ruota libera (il meccanismo che ti consente di girare) come un unico pezzo, che si avvita sul corpo del mozzo. Si tratta di un modello precedente ed è limitato a un numero inferiore di marce, in genere 7 o meno. Non sono sicuro di alcun chiaro vantaggio, a parte il fatto che è più facile sostituire la ruota libera in questo design. È passato molto tempo dall'ultima volta che ne avevo uno.

La maggior parte dei mozzi moderni utilizza il secondo design mozzo libero , in cui il mozzo include il meccanismo a ruota libera. Le ruote dentate vengono fornite separatamente come "cassette" e possono essere fatte scorrere sul mozzo libero; un anello di bloccaggio (nero nella foto) mantiene la cassetta in posizione. Le cassette facilitano la sostituzione di un pacco pignoni usurato o il passaggio tra set diversi per condizioni diverse (ad esempio uno per terreno pianeggiante, un altro per arrampicata). Poiché le larghezze della cassetta sono standard, è spesso possibile eseguire l'aggiornamento a più pignoni senza cambiare il mozzo (sebbene sia comunque necessario aggiornare i comandi). Il compromesso è che per sostituire la ruota libera finirai per sostituire l'intero hub.

Per maggiori dettagli (con immagini), controlla il sito di Sheldon Brown.

#2
+3
M. Werner
2011-04-10 20:05:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Buona spiegazione. Le "ruote libere" sono praticamente una tecnologia antiquata. I cuscinetti si trovano entrobordo dalle estremità dell'asse e l'asse tende a piegarsi. È comunque possibile acquistare ruote libere sostitutive fino a 7 velocità; Non ricordo di averne visti di più grandi, ma potrebbero esistere.

Il "mozzo libero" con la sua "cassetta" scanalata di ingranaggi è il paradigma attuale. È una disposizione più robusta e di più facile manutenzione.

Il passaggio da uno all'altro richiede una ruota diversa ... Inoltre, la distanza tra i forcellini posteriori sulle biciclette più vecchie potrebbe essere diversa.

Si noti che per il 98% del pubblico ciclistico, la differenza tra una marcia superiore a 11 denti e una a 12 denti è trascurabile; pochissime persone possono trasformare la marcia "migliore" della tua tipica roadster a qualsiasi ritmo, anche su una strada pianeggiante.

Sono entusiasta di provare ad affrontare la sfida.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...